Calma interiore, la via naturale alla Perfezione

Siamo abituati a considerare la perfezione come qualcosa di irragiungibile, immobile là da qualche parte nell’Universo come una stella fissa e incorruttibile…

Ecco perché pensiamo che non sia possibile diventare perfetti ed essere felici, dando retta alla visuale sopra, occorrerebbe astrarsi dal Mondo di tutti i giorni, dinamico, regolato da determinati principi e da Madre Natura.

Perfezione invece, in questo articolo, vuol dire più che altro armonizzarsi al mondo che viviamo e scorrere con esso. Come se, tramite lo sviluppo della consapevolezza, riuscissimo piano piano a dissipare il vuoto che passa fra ciò che siamo e ciò che facciamo, e questo è uno degli scopi primari della meditazione.

Finché esiste questa lacuna la perfezione è difficilmente concepibile, praticamente impossibile da realizzare! Scusa il giro di parole ma…

… siamo come dei pesciolini che nuotano in un grande acquario colmo di imperfezioni, perché gli stessi pesci che lo abitano sono imperfetti e la tragi-commedia è che, ancora, da quel punto di vista nessuno potrà mai essere perfetto e nessuno, o quasi, sarà interessato a guadagnare la perfezione!

Quasi tutti infatti pensiamo che è qualcosa di impossibile e che non è per l’uomo.

La maggior parte della gente non vive la propria vita in base a ciò che è ma più che altro in base a ciò che pensa di essere.

Questo pensiero, poi, non è il frutto di un’ introspezione sincera ma il risultato di innumerevoli considerazioni, in larga parte obsolete, che uomini e donne prima di noi hanno preso per buone, senza prendersi la briga di andarle a verificare (i classici retaggi culturali).

Poi c’è un’ altra grande fetta di esseri umani che non vive nemmeno sulla base di ciò che pensa ma sulla base di ciò che fa; una vita sicuramente attiva, dinamica e intraprendente ma quasi sempre distante da una verifica profonda che doni maggiore calma e lucidità.

Succede infatti che ad una certa età, come ad esempio 40 o 50’anni, ci si chieda cosa fare. Perché fino a quel momento abbiamo cavalcato una bellissima onda che adesso, finita, ci ha portato in un punto in cui non sappiamo bene come ci siamo arrivati.

…esiste poi una minoranza di persone impegnata a vivere la vita che sente di vivere, non sulla base di ciò che gli è stato insegnato ma su ciò che profondamente sente di voler e dover essere.

Non si parla di pensare di essere qualcuno ma di una consapevolezza di ciò che si è, nulla di più.

Questa coscienza è data dalla quotidiana introspezione, dallo scendere a contatto con la propria persona, con la propria natura e lasciare che gradualmente sia questa a dettare le regole nella vita.

Finché non mi decido a dedicarmi sinceramente alla scoperta di me stesso-a non è possibile guardare alla vita in maniera veramente positiva e, oltre a questo, sarò sempre imprigionato da una o altra cosa ed il mio viaggio verso la completezza tarderà sempre di più a cominciare.

La conoscenza di sé e la meditazione donano una visuale più ampia, conoscersi significa stare intimamente con se stessi, in uno stato di calma interiore che permette di osservare il filo rosso degli eventi intorno a noi.

Quando percepisco la ragione segreta di qualcosa ecco che mi è più facile seguire il flusso e spendere il minor tempo possibile a lamentarmi ed arrabbiarmi, uscendo così dallo scorrere degli eventi.

Scorrere in questo fiume e farne parte sempre di più è il significato naturale della perfezione.

Ossia una condizione profondamente integrata a tutto quello che accade intorno e dentro di me. Arrabbiarsi significa desiderare che le cose vadano in un altro modo e questo, almeno sul momento, non è possibile… altrimenti sarebbero già andate cosà!

Perfezione quindi non significa che tutto fila liscio meravigliosamente, quello si che è un concetto obsoleto nel mondo di oggi!

Perfezione rappresenta invece un significato più ampio, illimitato… e ci svela che tutto quello che accade, nel bene e nel male, ha un significato,

anche se questo è apparentemente incomprensibile.

Senza una reale connessione con ciò che siamo e senza una sincera meditazione quotidiana, affacciarsi su questa visuale di illimitatezza risulta paurosamente infattibile ed inaccettabile,

e per accettare non s’intende chinare la testa ma lasciare, in prima battuta, che le cose vadano come devono andare per poi esprimersi al momento più opportuno,

dando così il nostro contributo, più o meno decisivo, allo scorrere degli eventi.

Ma ciò è possibile appunto quando ho la forza di restare sott’acqua, senza essere travolto dalle onde e dal caos dei bagnanti in superficie,

torno a galla quando è il momento e poi mi reimmergo, in modo da conservare una visione più ampia e una lucidità maggiore di ciò che avrei se restassi sempre in superficie.

Tutto il Meglio per la tua Realizzazione,

Universita’ Spirituale Brahma Kumaris

A proposito dell'autore

Marco De Biagi
Marco De Biagi

Marco De Biagi vive e lavora a Milano. Coordina le attività della Brahma Kumaris in Lombardia assieme a un team e dirige con successo gli eventi online ed offline della Self Help Academy, un'accademia di auto aiuto.

4 Commenti

Lascia un commento
  • vi ringrazio di cuore. Mi sento gentilmente presa per mano e accompagnata alla scoperta di…Me. Ne ho veramente bisogno anche se sono ormai una nonna.
    Cari saluti Maridelia

  • Magico !! sono molto più regolare nella meditazione raja joga.
    Mi alzo pure prima la mattina per farla . Qua bisogna stringere i denti (metaforicamente parlando) , in ogni modo sono più felice perchè medito più tempo da una ventina di giorni a questa parte.
    Tu sei magico !

  • @ Maridelia:

    Ciao Maridelia!

    non preoccuparti dell’età! l’anima non ha età, anche a novant’anni possiamo essere dei bambini,

    buona giornta,

    Marco De Biagi
    Università Brahma Kumaris

  • @ Francesco Di Giovanni:
    Ciao Francesco!

    bene così… stringi i denti e vai,
    ma il cammino diventa più facile quando si prende l’abitudine,
    ci vediamo al Centro…

    Marco De Biagi
    Università Brahma Kumaris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Copyright © Brahma Kumaris 2015. Tutti i diritti riservati