Essere in Pace con la Meditazione

Essere in PaceEssere in pace o stare in pace oggi è la mèta più desiderata dalla maggioranza delle persone, vuoi perché i problemi sembrano purtroppo in fase di aumento, problemi economici, politico-sociali, relazionali e via dicendo…

fatto sta che al momento attuale ricerchiamo si differenti svaghi o cose da fare ma, fondamentalmente, questi sono poi finalizzati ad acquisire quel senso di quiete interiore, di fiducia verso se stessi che ci porta poi ad essere felici.

La Meditazione viene allo scoperto proprio per questo proposito, regalare al praticante dei profondi, sinceri e duraturi stadi di pace interiore e benessere,

non va considerata esclusivamente come una tecnica da apprendere ma come un mondo vero e proprio in cui entrare, conoscere facendo la dovuta attenzione e sperimentare soprattutto, se non sperimento ciò che la meditazione può offrirmi essa piano piano diventa una tra le tante cose che ho provato, e la lascio là sullo scaffale.

Ag ogni modo la pace che oggi gli uomini desiderano è una pace interiore fondata su ciò che sono in termini di persona e di consapevolezza, stiamo vedendo sempre più come la posizione sociale, il denaro e le relazioni interpersonali abbiano dei limiti sostanziali e basta un nonnulla per rovesciare la situazione.

Ecco perchè la strada sostenibile viaggia verso l’interno, dall’interno all’esterno, ossia facendo riemergere da dentro ciò che vado cercando fuori associandolo, erroneamente ed esclusivamente, a risorse materiali. Se non eseguo questo passaggio obbligato non arriverò mai ad essere in pace.

Prendi ad esempio i soldi, a cosa si possono associare? Alla stabilità, alla contentezza e qualità di vita, alla libertà eccetera. Queste cose sono sicuramente giuste entro certi limiti perché è matematico, e questo lo affermano anche gli esperti di gestione finanziaria, che se non ho sviluppato prima, interiormente, una stabilità fondata sul rispetto della mia persona ad esempio, potrò benissimo essere ricco ma trovarmi in profondi stadi di insoddisfazione.

E non c’è sensazione peggiore al mondo che avere tutto quello di cui abbiamo bisogno ma non avere il grado di felicità e soddisfazione interiore per poterselo gustare, credimi.

L’essere in pace passa per l’essere in contatto con se stessi, sinceramente, e questo me stesso si sfiducia facilmente se lo bistratto, come un compagno o una compagna estremamente esigenti.

E’ molto, molto utile nei momenti di sconforto sedersi e cercare di fare il benedetto punto della situazione, prendere il nostro santo taccuino e cominciare a rispondere a domande un po’ più profonde di quelle che siamo abituati a farci, cercare di far riemergere sentimenti pacifici ed allo stesso tempo benefici per l’anima,

il bello della meditazione, e di un cammino spirituale, è che mi porta gradualmente ma veramente a scoprire che il tesoro è dentro di me, e siccome è sepolto ho bisogno di tempo ed impegno concreto per farlo tornare alla luce, dopo il gioco è fatto, dopo inizio già da subito a ri-provare una piacevole amicizia verso me stesso,

dopo inizio a capire che questo lavoro di riscoperta è una delle opere più valide che posso compiere per me stesso,

Tutto il Meglio per la Tua Realizzazione

Università Spirituale Brahma Kumaris

 

A proposito dell'autore

Marco De Biagi
Marco De Biagi

Marco De Biagi vive e lavora a Milano. Coordina le attività della Brahma Kumaris in Lombardia assieme a un team e dirige con successo gli eventi online ed offline della Self Help Academy, un’accademia di auto aiuto.

13 Commenti

Lascia un commento
  • Pace,,,purtroppo si intende la pace come assenza di guierra,,,,,io intendo la pace come quiete, come forza che mi rinvigorisce,,,quando sento la quiete riversarsi attraverso tutto il mio essere, mi rendo cosi,forte da ritrovare in me la quiete come forza per la potenza del mio anelito. Om shanti

    • SI, è proprio così, la Pace è un potere benevolo… uno stadio dell’essere,

      buon proseguimento,

      Marco
      Università Brahma Kumaris

  • Ciao Marco, è difficile, come ben sai, entrare nel “mondo della meditazione”. La gente ora vuole tutto, subito e con il minor sforzo. Uno dei miei maestri mi ripeteva di perseverare, nelle difficoltà e quel “poco” che ottenevo, di considerarlo sempre un grande dono. Ma quelli erano altri tempi. A presto, Om Shanti.

  • @ ivan:
    Ciao Ivan, si la meditazione richiede conoscenza da parte nostra di come lei funziona,

    forse ci troviamo in un mondo in cui tutto, paradossalmente, diventa possibile, la sfida è: ciò a cui noi doniamo tempo,

    shanti
    Marco
    Università Brahma Kumaris

  • trovo sempre più conferma che volendo ciò che si fa, per cui in assoluta libertà, si può successivamente essere liberi di fare ciò che si vuole.

    Om shanti ha un suono così dolce,, che già di per sè ti procura ..quiete.

  • Ciao Marco, non posso che ringraziarti per la spinta interiore che mi stai dando con la tue spiegazioni del corso. Sto facendo tesoro di quanto mi stai insegnando. Grazie a risentirci.

    Fabio.

  • Ciao Marco.

    Come in precedenza detto, ho scoperto la pratica della meditazione da poco tempo, grazie al vostro materiale mp3 e pdf e altro che ho richiesto. Spero di avere la possibilità, un giorno, di partecipare ad un vostro incontro.

    Grazie Fabio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Copyright © Brahma Kumaris 2015. Tutti i diritti riservati