Sii semplicemente te stesso… e nessun altro!

essere feliciQuesto è un grande segreto per essere felici, un orefice è facilmente in grado di mescolare argento, bronzo o ferro addirittura, nell’oro, per i suoi scopi,

fatto sta che il valore di quel metallo ne verrebbe grandemente diminuito da questo,

e ciò è niente meno quello che succede a noi quando impelaghiamo il nostro cuore e le nostre idee in maniera eccessiva verso ciò che pensano gli altri, verso le altre innummerevoli situazioni della vita.

Il Corso di Meditazione che trovi su questo blog ti conduce gradualmente a sperimentare un senso di integrità ed originalità,

queste qualità al giorno d’oggi possono spaventare perchè siamo abituati a seguire le decisioni di altri; la massa, il popolo è abituato non tanto a prendere le proprie decisioni ma ad allinearsi a binari costruiti in precedenza,

forse anche secoli o addirittura millenni prima, il dramma è che pochissimi si prendono la briga di verificare personalmente se quei binari funzionano ancora bene, se sono arrugginiti o mal messi,

ecco perché oggi essere felici è un raggiungimento arduo, forse impossibile; per la maggioranza stiamo percorrendo strade che molto probabilmente non possono portarci dove desideriamo.

Spendere tempo con se stessi diventa quindi la medicina che argina questa ferita interiore, il grande divario tra ciò che sento giusto per me stesso e quello che invece pratico.

Passare del tempo con se stessi non vuol dire vedere un film con i pop-corn, almeno non solo quello, vuol dire invece forgiare una relazione con il proprio sé, ascoltarlo, far venir fuori quella voce che quotidianamente resta zitta.

E’ la voce della mia anima che può farmi sentire vivo, o viva, ed è la voce della mia anima che può guidarmi nelle situazioni, relazioni, nelle scelte e così via. E’ la voce del mio cuore che mi dona quella bellissima sensazione di essere me stesso, in senso originale!

Senza vergognarsene ma anzi provandone piacere, la meditazione mi aiuta in questo perché funziona come una culla, un’incubatrice… e quando il sentimento, tramite la pratica, è arrivato al giusto grado di intensità ecco che espressioni, considerazioni e realizzazioni molto potenti iniziano ad accadere nel mio essere,

e questo mi dona gioia e soddisfazione molto profonde.

Non mischiarsi quindi con aspetti e realtà che sento distanti da me, significa dare fiducia e forza al mio essere, vuol dire darmi la possibilità di respirare interiormente e regalare questa chance anche ad altri. Sulla base dei miei raggiungimenti infatti, il mio esempio può dare beneficio a molti, un po’ come fa un faro.

Il segreto quindi è lasciare che la lega, il ferro e l’argento si disciolgano piano piano dal mio oro interno, è l’atto alchemico più bello, che mi porta a camminare consapevolmente nella felicità!

Tutto il Meglio per la Tua Realizzazione

Università Spirituale Brahma Kumaris

A proposito dell'autore

Marco De Biagi
Marco De Biagi

Marco De Biagi vive e lavora a Milano. Coordina le attività della Brahma Kumaris in Lombardia assieme a un team e dirige con successo gli eventi online ed offline della Self Help Academy, un'accademia di auto aiuto.

11 Commenti

Lascia un commento
  • Bellissimo articolo…Consapevolezza di chi sono, è molto importante.Guardare proprio dentro non deve spaventare.Ognuno,chi lo fatto, ha scoperto una luce, perché tutti noi siamo la luce.Nostro spirito brilla e fa venire fuori noi stessi, come siamo, uno per uno, tutti diversi, tutti belli, gli spiriti veri con le vere virtù…
    Grazie per questo articolo:)
    Un caro saluto per Tutti
    Boguslawa

  • Ciao Marco, non posso che unirmi a Boguslawa.
    Voglio aggiungere però, che il “prezzo” da pagare, per il raggiungimento della felicità interiore, avvolte può anche avere degli effetti collaterali. Mi riferisco, ad esempio, in un rapporto di coppia, dove l’altra metà non vuole e non accetta consigli per stare meglio con se stessi e con altri.
    Come fare in questo caso, si lascia perdere, per il bene della coppia, oppure si pensa ad andare avanti seguendo il proprio istinto di crescita?
    Grazie.
    Fabio.

  • Ciao Fabio, questi sono aspetti delicati,
    di norma quando le persone non vogliono qualcosa o non l’accettano non bisogna forzare,

    e questo è possibile solo quando noi in prima persona viviamo ciò
    che andiamo ad offrire agli altri, perchè il benessere reale che proviamo
    ci sostiene e ci da forza nelle situazioni.

    In un rapporto di coppia è tutto amplificato perchè è la persona, o una delle persone con cui passo più tempo ed i rapporti sono molto intimi,

    se c’è rifiuto dall’altra parte, l’unica cosa che può arrivare, nel tempo, è l’esempio della nostra azione, della nostra consapevolezza,

    questo cancella ogni dubbio dalla mente delle persone che mi stanno vicino, e dopo mi ascolteranno, occorre una pratica sincera nel tempo, reale,

    a presto,
    Marco
    Università Brahma Kumaris

  • Ciao Marco,dopo 45 anni di pratica, una cosa ho appreso: accettarmi come sono, tanto, non sono mai lo stesso. Corpo,pensieri,sentimenti,emozioni,tutto muta incessantemente. Quando, meditando,il mio “io”, il mio “sè”, si dissolvono, finalmente posso riposare e ricaricarmi a quella fonte che ancora ha la compiacenza di animare questo corpo. Om santi.

  • @ ivan:
    Mi colpisce particolarmente questa descrizione.Ringrazio di cuore chi l’ha scritta.
    Un saluto affettuoso a tutti.

  • Cara Ildegarda, ti ringrazio per i tuoi apprezzamenti, ma dobbiamo ringraziare tutti quanti questa spett. Università, che ci consente di constatare che c’è sempre una prospettiva nuova di vedere ciò che accade.
    Om santi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Copyright © Brahma Kumaris 2015. Tutti i diritti riservati