Amicizia e Amore, due compagni inseparabili

…quando parliamo di amore, di vero amore, ossia quel sentimento in grado di curare profondamente le nostre ferite e anche di donarci una forza ed una felicità speciali, beh… è difficile separare tutto ciò da un genuino senso di amicizia; in pratica questi due: amicizia e amore, sono ben collegati…ecco una grande diatriba su cui vale la pena soffermarsi!

amicizia e amorePer collegati s’intende gemelli, come se fossero la stessa cosa, anche le parole ci aiutano magnificamente. Il termine amico deriva infatti da amare, possiede la stessa radice verbale. Un amico è infatti colui che ama! (in termini lessicali). Come aggettivo (la parola amico) invece è riferita a caro, diletto…

Andando al di là di queste ricerche verbali, una sana amicizia è ciò che permette al mio amore di assaporare la fiducia. Se non sono amico di qualcuno, di me stesso anche, come potrò fidarmi? E se non mi fido, le cose che porto avanti mi guideranno, prima o poi, al fallimento o alla fatica cronica. Invece che fonte di appagamento diverranno causa di paura, rabbia e così via.

Grazie all’amicizia, nell’amore posso rilassarmi ed aprirmi. Aprire il cuore di questi tempi è un’aspetto tanto desiderato ma difficile perché esso è pieno zeppo, o quasi, di ferite. Ferite dovute a scelte sbagliate o che non erano in accordo a ciò che sentivamo. Lesioni quindi molto intime e a lungo andare pesanti.

Ma ecco che se inizio a generare un rapporto di amicizia col sé, la mia stima inizia a crescere (di nuovo). E come faccio ad avere stima di me stesso? Devo mettere paradossalmente dei limiti, dei paletti. Nel senso che se proseguo più o meno rispettando le scelte che sento essere giuste per me, la pianta del mio benessere cresce, e qui ognuno/a può sapere cosa sia una scelta giusta, individualmente.

In questo caso specifico il cammino di riscoperta interiore è ciò che mi aiuta maggiormente a prendere visione delle mie reali esigenze.

 

E’ possibile l’Amicizia nell’Amore?

Se hai seguito il filo di questo articolo hai capito che non è possibile il contrario. I due devono accordarsi in un cammino di miglioramento e di felicità e possono farlo sulla base di una matura chiarezza di fondo. Possono unirsi, questi due concetti, nel momento in cui inizio a realizzare che le mie scelte hanno un impatto ben tangibile su di me… e quindi comincerò a scegliere in maniera positiva; e se non sviluppo un senso di amicizia ciò non sarà possibile.

Anche perché posso prendere il meglio dagli altri solo quando vedo il meglio. Posso dare il meglio una volta visto ed apprezzatolo in me stesso. Dare e prendere il meglio è un atto di amore, un amore che nutre e sostiene il sé, un amore fondato su di un sentimento di riscoperta e dono delle mie qualità principali. La generosità infatti è un altro ingrediente essenziale per questo ‘dolce’. Quando sono generoso riesco a fare dei bellissimi doni, quelli che provengono dall’intimità del mio sé, quelli che sono autentici. Sicuramente l’amore è uno fra i più belli che posso fare, ma per renderlo tale devo comprendere prima di tutto il mio amare, a chi è rivolto veramente? Da dove parte questo sentimento? Qual’è la mia vera esigenza?

Nel corso di meditazione questo argomento viene trattato in maniera approfondita ed è bene capire che più rendo scevro il mio amare da confini che derivano da capricci e desideri limitati, più questo sarà in grado di portarmi verso mete in cui il mio cuore può veramente aprirsi e gustare il nettare della felicità.

Tutto il Meglio per la tua Realizzazione

Università Spirituale Brahma Kumaris

 

A proposito dell'autore

Marco De Biagi
Marco De Biagi

Marco De Biagi vive e lavora a Milano. Coordina le attività della Brahma Kumaris in Lombardia assieme a un team e dirige con successo gli eventi online ed offline della Self Help Academy, un'accademia di auto aiuto.

3 Commenti

Lascia un commento
  • caro Marco,è possibile l’amicizia nell’amore,purtroppo manca la materia
    prima:l’amore. Basta guardarsi intorno. Il mondo è un insieme di egoismo,cattiverie,superficialità. meno male che alcune persone ,come te esistono e ci invitano a non demordere nella ricerca.Grazie.

  • @ renata lovati:
    Ciao Renata,

    si è un gatto che si morde la coda, non c’è più amore (o ce n’è poco) perchè abbiamo consumato l’amicizia ed il rispetto nelle relazioni,

    un po’ troppe cose date per scontato, purtroppo, che fiaccano la bellezza del rapporto,

    a presto!
    Marco
    Università Brahma Kumaris

  • Io amo il Tribunale , ma voi lo sapete che non sono una persona normale.
    Cosicchè ho deciso di meditare molto.
    Tanti baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Copyright © Brahma Kumaris 2015. Tutti i diritti riservati