Amicizia vera, gioia profonda!

L’amicizia vera di questi tempi è, senza forse, uno dei beni più preziosi che si possono desiderare… o possedere, infatti quando ci sentiamo veramente soli, quando ci sembra che le cose non vadano, quando non abbiamo più risposte da fornire… a chi mai potremmo appellarci? Ad un amico, semplice… ad un’ amica. Questo perché l’amicizia è circondata da valori come la lealtà, il supporto, la fiducia, che sono ossigeno puro per l’anima. La meditazione ad esempio, se praticata con sincerità e costanza, può portarmi a sperimentare un’alleanza con me stesso in grado di fornirmi quei valori.

Quando penso ad un amico mi viene in mente una persona su cui SAI che puoi contare, anche se non in qualsiasi, qualsiasi circostanza almeno hai la certezza che ti fa sapere che non può, senza sotterfugi, ti dice le cose come stanno. Un amico, e parliamo di amici sinceri, è nobile nel senso che non ti tradisce magari per soldi, per far piacere ad un altro o per soddisfazioni sentimentali o qualsiasi altra cosa, è questa nobiltà, questa coerenza che oggi, chi più chi meno abbiamo perso, e che desideriamo recuperare perchè sentiamo che ci darà forza, che ci farà tornare a quello che eravamo, o ci donerà un’altra volta quello che, nel corso della vita e delle disavventure, abbiamo perduto.

amicizia veraSviluppare amicizia vera con se stessi non è sempre facile, per farti amico qualcuno bisogna almeno conoscerlo! Questo è il dramma delle persone di oggi giorno, pensano di conoscersi ma quello su cui fanno affidamento di norma è la loro posizione sociale (il lavoro), la busta paga, il modo di vestire, gli interessi, le relazioni, gli hobbies e così via…raramente, non mai, ma raramente s’incontra una persona che fonda la sua certezza di vita sul suo essere primariamente un essere umano, indipendentemente dal resto. In questo senso, sviluppare intimità con il proprio sé tramite la meditazione ci aiuta a dissolvere la paura di ritrovarsi unicamente con se stessi.

Se non mi do la possibilità, almeno pochi minuti al giorno, di passare del tempo di qualità con me, come potrò diventarmi amico? Come è possibile?  ^_^ Ecco perchè la maggior parte della gente sta male, è insoddisfatta, è chiaro purtroppo; è una conseguenza comportamentale, come starebbero due amanti se non si potessero vedere mai?

Devo poter lasciare un po’ di ossigeno (di tempo) a me stesso, altrimenti scoppio… La spiritualità, meditare non sono strumenti per estraniarsi o destinati a pochi eletti; sono stili di vita facilmente integrabili alla nostra, se vengono capiti, e ci possono regalare quel benessere reale che andiamo desiderando, possono regalarci la quiete ed il piacere che si prova in compagnia di veri amici.

Ciò che devo fare io, ciò che questa intima relazione mi chiede è di donare un po’ di tempo, impegnarmi nel rispettare questo incontro bellissimo per poi avere la possibilità di condividerlo con gli altri, se lo desidero, ma è una regola automatica che più mi sento veramente bene, più ho la voglia di condividere questo piacere con chi mi sta vicino, devo solo sperimentare quel piacere! solo questo… e la regola è: basta un poco al giorno, senza strafare.

Tutto il Meglio per la Tua Realizzazione

Università Spirituale Brahma Kumaris

A proposito dell'autore

Marco De Biagi
Marco De Biagi

Marco De Biagi vive e lavora a Milano. Coordina le attività della Brahma Kumaris in Lombardia assieme a un team e dirige con successo gli eventi online ed offline della Self Help Academy, un'accademia di auto aiuto.

7 Commenti

Lascia un commento
  • Sarebbe anche ora di smantellare il senso di colpa/vergogna che detengo.
    Ma non è che l’Ordine mi passa lo stipendio per detenerlo, insomma è un onere puro .
    Bisogna praticare la meditazione. Conoscere se stessi ma di una conoscenza amichevole e pratica , fatta di “spiccioli di cognizione” invece di una conosecenza astratta fatta di massimi sistemi.
    Ossia meglio un uovo oggi di una gallina domani , quindi necessita applicazione.
    Tanti baci

  • io ci ho provato per quasi un anno ma non mi ha portato giovamento: mi capitavano e mi capitano spesso crisi di solitudine ed ora ho smesso.

  • Ciao Antonio, si le crisi capitano in seno a “spaccature” dell’animo, bisogna trovare la cura più adatta a noi, l’importante però è capire il più possibile la causa alla radice,

    buona giornata e a presto!

    Marco
    Università Brahma Kumaris

  • buongiorno Marco! bellissimo il tuo articolo anzi i tuoi articoli… che leggo sempre con molto piacere. mi resta strana la frase con cui hai deciso di chiudere questa sezione “e la regola è: basta un poco al giorno, senza strafare” mi sembra troppo razionale…l’amicizia come l’amore appartengono anche alla sfera emozionale che non è semplice avere sempre sotto controllo ma forse è anche un pò troppo riduttivo e poco sincero misurare il “poco al giorno”!! non credi che sarebbe bello essere in equilibrio con se stessi e poi donarsi a chi si ama senza starci a pensare su troppo?
    Attendo la tua saggia risposta 🙂 😉

    • Ciao Vicky, grazie per aver scritto questo commento,

      si come dici tu non bisogna calcolare troppo nell’amicizia, però bisogna anche essere attenti nel fidarsi troppo e subito incorrendo magari in belle batoste,
      sono quelle infatti che possono rovinare tutto e farci diventare freddi da lì in avanti, si sviluppa la paura cronica di scottarsi nuovamente.

      A presto 🙂
      Marco
      Università Brahma Kumaris

  • è la paura l’unica nemica che bisogna combattere, bello è fidarsi sempre e subito anche incorrendo in mille batoste, come dici te ;)!!
    se si sta male bisogna concentrarsi sull’amore e non su chi non c’è più o su cosa abbiamo sbagliato…ma su cosa siamo capaci di dare migliorandoci certo!! e sentirci forti e fieri di essere noi stessi sempre!!
    quando diamo amore qualsiasi cosa ci torni nell’immediato non importa….l’amore premia sempre e sempre va vissuto accompagnato da fiducia e lealtà!!!
    grazie a presto
    vicky

  • le e frasi che ho letto sono interesanti ma adesso dico la mia .

    ho un amico e collega dove lavoro era quasi un fratello mi sono intromesso nella sua vita privata . lui mi ha perdonato ma avolte o la sensazione di no lui mi dice sono cose pegiori di queste. cosa ne pensate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Copyright © Brahma Kumaris 2015. Tutti i diritti riservati