Intelligenza Spirituale! – III Parte

intelligenza spirituale
Continua con la terza ed ultima parte l’intervista a Bk Shivani sull’Intelligenza Spirituale.

L’ultima domanda posta era:

Quali sono i metodi chiave per imparare e sviluppare l’Intelligenza Spirituale?

Come dicevamo alcuni metodi ci permettono di distinguere le illusioni e le percezioni sbagliate che ci impediscono di vedere chi siamo ed essere veramente noi stessi. Il primo metodo è la meditazione:

Meditazione: meditare significa coltivare la consapevolezza di sé. Nel processo meditativo impari ‘te stesso’. La meditazione ti aiuterà a recuperare l’abilità di gestire i tuoi pensieri e sentimenti, acutizza la tua abilità di distinguere fra la verità e l’illusione e perciò rende le scelte più intelligenti.

Osservazione Distaccata: questa è l’abilità di disimpegnarti dal mondo dell’azione e dell’interazione esterne a te stesso, e di disimpegnarti dal mondo dei pensieri e sentimenti interni alla tua coscienza. Non significa evitare il mondo bensì un modo per vedere più chiaramente e capire più profondamente ciò che sta effettivamente succedendo. Questa pratica è essenziale anche per non sprecare energia e livelli mentali ed emotivi. Dove molta della tua stanchezza ha origine.

Riflessione: questo implica il prendersi tempo quotidianamente per rivedere e rivalutare le esperienze passate delle interazioni con gli altri. Questo permette al sé/anima di ricostruire la consapevolezza della connessione fra il mondo interiore dei pensieri e sentimenti e il mondo esteriore dell’azione e delle conseguenze di quell’azione.

Connettersi: esiste una sorgente superiore di potere spirituale ed è possibile connettersi con quella fonte per colmarsi di energia. Questo accelera il processo di sviluppo aumentando la profondità e l’ampiezza della tua intelligenza spirituale. L’energia assorbita dalla sorgente suprema è essenziale per chiarificare la confusione interiore e focalizzare la tua coscienza.

Pratica: i nuovi studi, le nuove intuizioni, le nuove realizzazioni sono solo teorie e non hanno potere di cambiare la tua vita a meno che non vengano portate nell’azione, non vengano formati nuovi comportamenti e perfezionati nell’azione. L’azione pratica è essenziale per sostenere l’impulso allo sviluppo dell’intelligenza spirituale.

Vedere: la visione spirituale significa imparare a vedere solamente il meglio degli altri e, facendo così, rafforzare gli altri a sviluppare il meglio in se stessi. Da un punto di vista spirituale, vedere è creare – come vedi gli altri è come li creerai dentro di te, che sarà sia una riflessione di come vedi te stesso in quel momento e la qualità dell’energia che poi darai a loro.

Tutto il Meglio per la tua Realizzazione,

Università Spirituale Brahma Kumaris

A proposito dell'autore

Bk Shivani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Copyright © Brahma Kumaris 2015. Tutti i diritti riservati