La mente mente… (quante bugie dice!)

Una persona camminando per strada vede un pipistrello che vola sulla sua testa, urla spaventato “che schifo!

Due topi che zampettano, vedono lo stesso pippistrello che vola sulla loro testa e dicono “guarda un Angelo!

“La mente da valore alle cose solo in funzione del bisogno che crede di

avere di esse o del timore che ha di esse… non in funzione del reale valore che hanno!”   

(Marchese)

 

La mente è la facolta dell’anima che  crea pensieri, sentimenti, emozioni, immagini… E’ attraverso la mente che creiamo i nostri pensieri in base ai desideri che ci portiamo dentro collegati alle immagini che abbiamo delle cose, alle memorie presenti nel nostro sub-connscio.

E a volte, tutto questo lavoro mentale diventa esperienza, lo mettiamo in azione.

Il più delle volte, e questo è un dato di fatto, la mente produce emozioni e sentimenti stressanti, caotici, tristi e confusi.

Ma perchè la mente è tanto rumorosa? Perché non sta mai zitta!? Perché si comporta come un tele-giornale invece di creare contenuti rigeneranti e di valore?

La maggior parte dei nostri pensieri vanno da soli, neanche ce ne accorgiamo e nemmeno ne abbiamo il controllo, e creano solo uno stato più o meno profondo di malessere e stanchezza.

 

Perchè produciamo tanti pensieri negativi? Secondo te?

E’ forse il bisogno di appoggio da parte di qualcuno, di qualcosa?

Desideriamo forse un consenso, o una maschera, per soddisfare nostri desideri particolari, che ne pensi?

 

 Ecco perché la mente ci mente, ci inganna e dice un sacco di bugie! Non è proprio la nostra mente, siamo noi in realtà che c’inganniamo, la mente è solo uno strumento. Non siamo proprio noi in effetti, sono dei desideri che ancora rimangono là in attesa di essere soddisfatti (se poi è bene soddisfarli).

 

Quindi,  cosa scegli di pensare oggi? Puoi sceglierlo??

Perché la qualità della vita è data dai pensieri che si fanno, che creano gli stati d’animo, che sono poi la base delle azioni!

 

Per re-imparare a pensare ho bisogno anche di capire, o sapere, chi è che pensa. Per poter disciplinare la mente e calmarla ho bisogno di lavorarci su costantemente, tutti i giorni, è vero? Di che energia sono fatto? Quali sono gli ingredienti che mi compongono?

Si dice sempre che io sono il Sovrano della mia mente e non il contrario. E va bene, in termini pratici come realizzo questo detto?

Fino a che non trovo o non sento un equilibrio o non mi sforzo di trovare un euilibrio tra la mia mente, la mia vera identità e i miei desideri (puri) la mente continuerà a dire????

B-U-G-I-E

 

 

A proposito dell'autore

Marco De Biagi
Marco De Biagi

Marco De Biagi vive e lavora a Milano. Coordina le attività della Brahma Kumaris in Lombardia assieme a un team e dirige con successo gli eventi online ed offline della Self Help Academy, un’accademia di auto aiuto.

24 Commenti

Lascia un commento
  • Molto interessante il tuo articolo…allego quì di seguito alcuni miei scritti in sintonia…
    un abbraccio e buon proseguimento.

    “L’Energia segue il Pensiero” amava dire Patanjali nel II secolo circa a.C.

    Quando parliamo di Energia, almeno in questo ambito, intendiamo il Tutto.

    In effetti tutto è energia, dalla più sottile alla più pesante. Il termine energia viene dal greco energos che significa “attivo”. L’energia è dunque l’attitudine ad un’attività vitale.

    Nel 1905, con la “sua teoria della relatività” Einstein dimostrò che la massa stessa è una forma di energia, che massa ed energia sono intercambiabili. Questa teoria della relatività di Einstein offrì la possibilità di provare a livello scientifico che tutto è energia. Questa scoperta segnò la fine dei concetti e delle spiegazioni materialiste dell’universo.

    Quindi, l’energia rappresenta tutto ciò che esiste. Il nostro Mondo così come l’Universo, sono una rappresentazione di un numero indefinibile di energie. Alcune prendono forma, altre, costituiscono il mezzo con cui queste forme acquistano vita, si muovono e hanno il loro essere. La più importante tra queste è l’Energia del Pensiero.

    Pensiero e desiderio costruiscono il destino di un uomo. Si afferma nelle Upanishad: “L’uomo non è che desiderio; come desidera, così egli diventa”. Ma il desiderio nasce dal pensiero.

    Colui che ha iniziato a percorrere con consapevolezza il Sentiero, vigila attentamente sui suoi pensieri, poiché sa che essi formeranno la sua realtà futura.

    In effetti, noi siamo ciò che pensiamo, inteso come circostanze ed avvenimenti che caratterizzano la nostra vita.

    Un Maestro amava dire: “Osserva le tue parole quando sei in compagnia ed osserva i tuoi pensieri quando sei da solo”. Solo in questa maniera capiremo veramente chi siamo. Quando siamo da soli e pensiamo, non indossiamo alcuna maschera, siamo noi stessi.

    All’entrata della caverna dell’oracolo di Delfi c’era scritta questa frase: “Uomo conosci te stesso e conoscerai l’Universo e gli Dei”. E quale miglior mezzo per conoscere se stessi se non quello dell’osservazione dei propri pensieri?

    Colui che ha compreso questa Legge, cioè che “L’energia segue il pensiero”, sa che la sua mente può diventare strumento per concretizzare realtà di separazione e distruzione o di unità e pace. Come sempre c’è il libero arbitrio per poter scegliere.

    La realtà della nostra vita personale e sociale, quindi, è quella che i nostri pensieri hanno formato e poi rafforzato con la ripetizione. Il pensiero amplia o restringe i nostri orizzonti, determina la maggiore o minore armonia con la quale ci rapportiamo al mondo, influisce sulla nostra efficacia nell’agire.

    Attraverso tecniche di concentrazione, meditazione, visualizzazione e immaginazione creativa potremo “proiettare” nell’universo forme-pensiero che, se ripetute e sostenute dalla volontà, potranno concretizzarsi.

    Il segreto del dominio di sé risiede in una regola molto semplice: non lasciare che certi pensieri e certi sentimenti si insedino nella propria testa e nel proprio cuore, perché sarebbe poi troppo tardi per arrestarne gli effetti. Sostituire un pensiero con un altro è relativamente facile; sostituire un sentimento con un altro lo è già meno. Quanto a sostituire un atto – che è il prodotto di pensieri e sentimenti – con un altro, è qualcosa di veramente difficile! Infatti, più si scende nella materia, più si entra nel campo delle abitudini, che sono come una seconda natura.

    Per avere la padronanza dei propri atti, bisogna iniziare dalla padronanza dei propri pensieri diceva il Maestro Omraam Mikhaël Aïvanhov.

    Semina un pensiero, raccoglierai un’azione
    Semina un’azione, raccoglierai un’abitudine
    Semina un’abitudine, raccoglierai un carattere
    Semina un carattere, raccoglierai un destino.

    A questo punto possiamo asserire con certezza che se un uomo crea nella sua mente pensieri disarmonici di bassa vibrazione, il dolore e la sofferenza lo raggiungeranno inevitabilmente. Se invece coltiverà pensieri positivi di alta vibrazione, la gioia e la felicità caratterizzeranno gli accadimenti della propria esistenza.

    Il segreto risiede nel focalizzare i propri pensieri sulla soluzione e mai sul problema. L’Energia Universale risponde sempre alla focalizzazione del pensiero a prescindere se il suo creatore desideri o detesti l’oggetto del suo pensiero.

    Quindi, impariamo a pensare e a focalizzare i nostri pensieri su tutto ciò che amiamo e mai su ciò che odiamo o detestiamo. Siamo noi gli unici e soli creatori del nostro destino. Provare per credere.

    Comprenderemo chiaramente, a questo punto, che i nostri pensieri hanno un potente effetto sul nostro corpo fisico, anch’esso composto di energia, e quindi sulla nostra salute.

    I pensieri carichi di giudizio, critica, invidia, pessimismo e odio, tolgono al corpo salute, luce e grazia. Un volto non diventa carico di amarezza per caso; esso è la conseguenza di amari pensieri. Da qui il famoso detto : “Gli occhi sono lo specchio dell’Anima”.

    Altresì, un corpo forte e luminoso dall’aspetto sereno è il risultato di pensieri di buona volontà e serenità mentale.

    Voglio ora concludere questo mio breve trattato con una bellissima frase del Maestro Yogananda: “Quando la Mente è forte ed il Cuore è puro, si spezzano le catene della sofferenza”

  • Grazie a Marco e grazie a Giuseppe, i due scritti sono complementari. Mi ha colpito la frase “il segreto risiede nel focalizzare i propri pensieri sulla soluzione e mai sul problema” è un aspetto che finora ho considerato poco. C’è un’energia diversa nel concentrarsi sulla soluzione, un lavoro interiore più responsabile, me ne rendo conto sempre di più mentre sto scrivendo. Beh! credo di aver messo in movimento una bella cosa. Ciao

  • E’ propio vero….
    Quante cose false ci fa credere questa mente.
    questa mente un po’ biricchina a volte la si puo’ paragonare ad un cavallo selvaggio che corre a briglie sciolte creando continuamente pensieri spesso negativi.
    Dobbiamo riallenare questa mente a creare pensieri vitali e positivi
    Om shanti

  • Interessanti gli scritti di Marco e di Giuseppe ma sono”scritti” lato mente dall’esterno,Noi siamo il cuore,il centro dell’Essere(esistenza,coscienza,
    beatitudine),la mente è lo strumento che ci informa degli accadimenti esterni nella Bhagavad Gita sono le redini che collegano i cavalli(i sensi ) all’intelletto (il cocchiere) del carro(l’essere).Stringhe di cuoio che trasmettono i comandi,guidano,permettono al cocchiere di comprendere dove vorrebbero andare i cavalli e di indirizzarli verso la meta.
    Affinchè il carro proceda il cocchiere deve promuovere l’azione cosciente
    che il suo unico compito è riportare il carro al Proprietario.
    Giunto a destinazione scenderà dal carro,staccherà i cavalli,raccoglierà le redini e se ne andrà restituendo il carro al Propietario.
    Le redini non possono mentire,è il cocchiere che non le comprede.
    Dalla mia prospettiva è più importante rendere cosciente il cocchiere di ciò che è e di quale è il suo compito e quali sono i suoi mezzi.

    Con Amore Mario

  • Grazie davvero per tutte le parole le riflessioni i contenuti che insieme mi stanno aiutando a fare tanta chiarezza dentro me stessa, nonostante la mia formazione spirituale non coincida culturalmente con la vostra, ma , superfluo dirlo, lo SPIRITO ci accomuna tutti quanti, e ci rende per questo tutti FRATELLI.

  • Namastè Marco, mi sto rendendo consapevole della facilità di scrivere belle parole; (vedi commenti) ma queste, spesso, non si trasformano in apprezzabili e reali mutamenti personali. Noi viviamo inseriti in una società, che per autoperpetuarsi, ha bisogno di “succhiare” la nostra energia, ha bisogno del nostro condizionamento, ed ha raggiunto il suo scopo quando ci fa credere e pensare di essere “liberi” di poter scegliere. Liberarsi dal condizionamento è un arduo cammino. Basta!, liberiamoci dalla stressante ricerca di “se stessi”, liberiamoci del “creare un pensiero positivo”, liberiamoci da ogni polarità, liberiamoci dal voler trattenere, oggettivamente o mentalmente, ogni cosa. Abbandoniamoci all’equilibrio, non è solo importante “chi siamo”, ma dovremmo anche riflettere “cosa siamo”: niente altro che una agglomerazione di atomi; un 60% di H e un 30% di O. Una transitoria condensazione di campo nella quale è pur sempre contenuta l’informazione originaria. Lasciamoci fluire mantenendo un equilibrio. Un grazie a tutti. Om Shanti. ALFAYOGA

  • Grazie per queste parole,davvero sagge e utili in un momento per me un po’ difficoltoso in cui sono preda di confusione e sbandamento.Sento che questi sono i pensieri giusti ai quali legarmi e dai quali trarre energie,questi passaggi sono belli….. Il segreto del dominio di sé risiede in una regola molto semplice: non lasciare che certi pensieri e certi sentimenti si insedino nella propria testa e nel proprio cuore, perché sarebbe poi troppo tardi per arrestarne gli effetti. Sostituire un pensiero con un altro è relativamente facile; sostituire un sentimento con un altro lo è già meno. Quanto a sostituire un atto – che è il prodotto di pensieri e sentimenti – con un altro, è qualcosa di veramente difficile! Infatti, più si scende nella materia, più si entra nel campo delle abitudini, che sono come una seconda natura.A questo punto possiamo asserire con certezza che se un uomo crea nella sua mente pensieri disarmonici di bassa vibrazione, il dolore e la sofferenza lo raggiungeranno inevitabilmente. Se invece coltiverà pensieri positivi di alta vibrazione, la gioia e la felicità caratterizzeranno gli accadimenti della propria esistenza.

    Il segreto risiede nel focalizzare i propri pensieri sulla soluzione e mai sul problema. L’Energia Universale risponde sempre alla focalizzazione del pensiero a prescindere se il suo creatore desideri o detesti l’oggetto del suo pensiero
    grazie
    Monica

  • @Ivan
    E’ vero liberarsi dai condizionamenti è arduo cammino,per questo preferisco scegliere quali lasciar operare e inibire per quanto capace gli altri;le belle parole scritte sono il primo abbozzo di realizzazione molto resta da fare ma partire bisogna pur partire.

    con Amore Mario

  • Grazie Marco per questo articolo che tanto mi ha fatto riflettere…-
    Mi capita spesso di perdere il controllo dello “strumento-mente” in circostanze di stress emotivo o altro …. Pur avendo la consapevolezza dei pensieri bugiardi che condizionano la mia mente ….., non riesco ad avere il completo dominio su di loro ….
    Credimi! non è facile sottrarsi alle trappole dei pensieri ingannatori, sono molto abili…-
    Come avere una completa padronanza dei pensieri negativi … acclarato che sono proprio loro la causa del cattivo funzionamento della mente …? basta solo la riflessione …? e, se anch’essa fosse condizionata da pensieri bugiardi ….?
    Perdonami se sono stato poco chiaro.-
    Grazie ancora Marco!
    Om Shanti
    Fabio.-

  • Grazie grazie Marco anche da parte mia …per tanti motivi :-))))

    E grazie a tutte voi Anime in Cammino!!

    Cosa scelgo di pensare oggi?
    La qualita’ della mia vita è data dai miei pensieri, che creano gli stati
    d’animo. Una mente confusa e rumorosa non ci permette di guardarci
    dentro. Al contrario il suo produrre centinaia di migliaia di pensieri
    al giorno mi creano uno stato di confusione,sofferenza e paura.
    Con la pratica giornaliera dello Rajayoga,imparo a controllare e disciplinare la mente e ricordare chi sono…
    Io sono il Sovrano della mente e non il contrario!!!

    OM Shanti
    Fulvia

  • Il blog resta una delle cose più interessanti e ‘liberatorie’ x la mia Mente…
    Grazie in particolare a Fulvia per la sua chiarezza e forte Umanità.
    Proprio in questo periodo mi trovo a scontrarmi spesso, soprattutto nella relazione con il mio partner, con ‘pensieri non utili’ e distorsioni della realtà dovuti all’influenza limitante delle ns Menti, ancora poco capaci di essere Leggere e Positive… Stiamo lavorando entrambi per superare qsti limiti, assolutamente nocivi al rapporto, ma a volte ho davvero tanta difficoltà nel fargli capire che è importante non ‘fissarsi’ su dubbi e timori, ma parlare e comprendere quanto siano futili e addirittura distruttivi se non vengono affrontati e trasformati in reciproca Conoscenza e Sintonia. Purtroppo siamo caratterialmente ‘chiusi’ e risolvere queste questioni, a me personalmente, procura picchi di Tristezza e Inquietudine (hai presente il modo di dire “Mi cascano le braccia”?)ma capisco bene quanta difficoltà ci sia anche dall’altra parte… ma devo confessare che a volte mi sento così abbattuta che m manca l’Energia per affrontare e trovare una soluzione. Vorrei tanto che c fosse più Intenzione in questo senso anke da parte Sua… ma è sempre bene non Aspettarsi nulla dagli altri.
    Fulvia, con la Lievezza e l’Entusiasmo che ti contraddistinguono, puoi suggerirmi qualche buona mossa?
    Grazie, GiU

  • @ GiU:
    Ciao GiU!….Grazie a te di Esserci..
    La felicita’ non dipende dalla realta’ ma dalla consapevolezza con cui la si vive.Ancora ,come nell’ articolo iniziale, mi trovo a citare F.Marchese…
    La riflessione che ti invito a fare sta proprio nel fatto che la mente ci inganna e sappiamo bene che sono ottenimenti temporanei a reazioni emotive,di pensieri pieni di aspettative…
    Dividere la propria vita con una persona non è cosa facile se rincorriamo ,desideri, attenzione ed attaccamenti…
    Non ti far cadere le braccia e cerca di affrontare le questioni come se ti guardassi in uno specchio!!
    “Crescere” insieme nelle Esperienze diventa Gioia quando si è in Sintonia..
    Per questo credo che la base sia Ricordare di quale Energia sei fatta e della Tua Unicita’
    …Amarsi profondamente per donare Amore…
    Spero di esserti stata di aiuto…
    La Conoscenza è sempre il primo passo!

    UN Abbraccio stretto dal Cuore
    OM Shanti
    Fulvia

  • Ciao Marco, ciao Fulvia, mi sapreste dare istruzioni per entrare in videoconferenza…? Le altre volte seppur inserendo la password non sono riuscito ad accedere.
    Grazie.-
    Om Shanti.-

  • @ Giuseppe Bufalo:
    grazie Giuseppe, sei molto esauriente e profondo anche se queste nozioni le continuiamo a trovare su i vari testi è bene ripetercele all’infinito fino a chè riusciamo a metabolizzarle
    Om Shanti

  • @ Fulvia e Marco
    Per cortesia potete esprimere la posizione BK reletiva alla letteratura,essa è frutto di un lavoro mentale,gli autori spesso (sempre) sfruttano le emozioni per coinvolgere il lettore.
    Pensieri ed emozioni che non siamo che si amplificano nella mente che non siamo,che cosa resta?
    L’asciando da parte i generi horror e derivati che palesemente compiono una azione opposta al pensiero positivo
    Come vi rapportate essa?
    Mille grazie
    Con Amore Mario

  • @ Fabio:
    Ciao Fabio !
    La prossima televideoconferenza sara venerdi 19.45.
    Piu’ che seguire con attenzione i consigli dati nella
    e-mail non saprei dirti…
    Forse è un problema di linea? Spero questa volta vada meglio!!!:-)
    Un Sorriso
    Fulvia

  • @ Mario:
    Buon pomeriggio Mario e come sempre grazie!
    Vorrei passarti un pensiero personale…Questo non toglie che cerchero la risposta piu’ “ufficiale” della BK..
    La mente è uno strumento fantastico,fa fare cose straordinarie,se usato nel modo gusto! Puo’ al contrario essere negativa se usata male…
    Ma quello che stiamo facendo sempre piu’ è farci “usare” da lei!!
    Creando continuamente illusioni, attaccamenti ….paure.
    I libri, autori,la letteratura sono come la vita,i pensieri…
    Dipende da noi cosa ne facciamo come la “usiamo”..
    Non facciamoci travolgere dalle emozioni..tanto meno degli altri,anche se scrivono benissimo!!!Incosapevolmente ci identifichiamo a volte senza rendercene conto,ma il tuo livello di consapevolezza elevato ti fara “prendere” solo cio’ che per te è giusto!!!
    Questo è il mio pensiero prendilo con “leggerezza” se vuoi..
    Presto ti scrivero’ la posizione della BK sull’argomento.

    Un Abbraccio
    OM Shanti
    Fulvia

  • @ Mario:
    Eccomi qua! 🙂
    La Brahama Kumaris è una scuola di Pace e Ricerca interiore.
    Ma principalmente di RajaYoga.
    La lettura di romanzi appassionati o di films viene sconsigliata.
    Sperimentare forti emozioni al livello chimico,fisico e mentale porta
    instabilita’ allo Yogi…che perde identita’ se si indentifica.
    Questa è la posizione della Bk, caro Mario,
    spero di averti detto cio’ che desiseravi sapere.
    Gioioso pomeriggio di sole.

    OM Shanti
    Fulvia

  • @Fulvia
    Ancora grazie.
    La risposta Brahama Kumaris a primo acchito può apparire integralista e settaria ma per chi pratica RajaYoga, visualizzazione creativa,letture ispiranti e valuta su se stetesso l’influenza che hanno a lungo termine è l’unica risposta possibile.
    La mia domanda non era un esame a Bk ma la personale necessità di sentirlo affermare da chi è autorevole nel campo,è necessaria una personale auto censura preventiva su tutto ciò che i media ci propongono.
    Argomento interessante di discussione potrebbe essere “quanto siamo influenzabili?”
    Grazie ancora per l’interessamento e la puntuale risposta.

    Con amore Mario

  • .. Fulvia volevo ringraziarti per la bellissima videoconferenza di ieri…
    le vibrazioni erano forti … STUPENDO !! ho scoperto una VERA sorgente di luce dove attingere energia FANTASTICO !!

    OM SHANTI
    Fabio.-

  • carissima Fulvia, Venerdì non sono riuscita ad entrare in connessione per seguire la videoconferenza, e volevo chiederti se potreste inviarla al mio indirizzo email ci tengo molto e mi sarebbe piaciuto poter seguire in diretta. Grazie cari saluti Marisa

  • @ Marisa:
    Ciao Cara Marisa!
    Le registrazioni delle teleconferenze sono sotto a “contenuti”. quando tu clicchi su Anima in cammino si apre una tendina e trovi le televideoconferenze. Quella di venerdi scorso non è ancora pronta tra qualche giorno ci sara’..:-)
    Intanto grazie a tutte voi Anime in Cammino!!!
    OM Shanti
    Fulvia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Copyright © Brahma Kumaris 2015. Tutti i diritti riservati