Vita e Destino: sei proprio tu che stai leggendo questo articolo?

Vita e destino, un’argomento sicuramente interessante. Partiamo da questo momento infatti, da questo momento preciso. Stai leggendo questo articolo poiché tu lo hai deciso, lo hai scelto oppure eri destinato a leggerlo?

Sei qui adesso per tua volontà o in un certo senso, non puoi essere in nessun altro luogo all’infuori di questo?

Le opinioni possono essere innumerevoli, e tutte sono collegate al fatto che l’anima umana desidera essere libera. Desidera costruire con le proprie mani la propria vita e destino. Desideriamo essere gli artefici del nostro spettacolo di vita.

vita e destino

Ma soffermiamoci un attimo ad analizzare la cosa per quella che è, come se fosse un’analisi scientifica.

Se adesso sei qui a leggere infatti, non è solo perché lo hai deciso ma perché qualcuno ha scritto questo articolo, perché qualcun altro ha costruito questo sito web… diciamo che ci sono più fattori concomitanti che costruiscono, insieme, la nostra vita e destino.

Questo argomento infatti necessita di una visione olistica e simbiotica per essere compreso in profondità.

Olistica nel senso che tutta la diversità della vita, delle relazioni, delle situazioni  e così via, forma in realtà il grande, unico spettacolo universale della creazione. Tutto quello che vedo intorno è collegato sottilmente dallo stesso filo energetico, dalla stessa sostanza in un certo senso, per cui la vita così come la conosciamo, può esprimersi e manifestarsi.

Simbiotica nel senso che questo tutto, per prosperare e per esprimersi nella sua meravigliosa diversità ha bisogno di cooperare e di armonizzarsi. Le varie forme oggetti, forme di vita, cieli e terra hanno bisogno di un’armonia relazionale e sinergica per poter portare innanzi la storia della creazione.

Senza armonia, senza simbiosi, questo mondo non potrebbe sussistere, o sussisterebbe in un’atmosfera di caos e sofferenza. Esistono i pesci perché c’è un’oceano che li contiene, esiste l’oceano perché c’è una terra che lo contiene, esiste la terra con alberi e forme di vita perché c’è un’atmosfera che la protegge, e così via…

 Quindi, tornando al discorso di vita e destino, ho bisogno di applicare queste due visioni per capirlo in profondità.

 

Vita e Destino > l’Oceano delle Possibilità

Quindi, ora sei qui e stai leggendo questo articolo, e quest’azione è connessa con l’autore che lo ha scritto, l’autore che lo ha scritto è connesso con l’esistenza di questo sito web, il sito web è connesso con l’esistenza di internet.

Possiamo dire quindi che, nei primi anni novanta (o anche prima), quando internet venne a galla, era contenuta in quella manifestazione ( in quel seme) anche la possibilità di quest’azione attuale, di io che sto scrivendo e tu che stai leggendo.

In un certo senso, era già contenuto nel seme della nascita di Internet che noi, oggi, vent’anni dopo, siamo qui a relazionarci. Guarda questa immagine:

Un seme di fagiolo a cosa darà vita?

 

 

 

 

 

Ad una pianta di fagioli,

non può dare vita ad una pianta di limoni, è chiaro.

 

 

 

 

Quindi vita e destino scorrono su binari ben precisi che non possono essere alterati più di tanto, la natura ci insegna questo. Di conseguenza il fatto che noi siamo qui adesso (pianta di fagioli) è dato dal fatto incontrovertibile che qualche genio anni fa abbia inventato internet (seme di fagiolo).

Ora potresti fare un’esercizio molto stimolante per la mente, ossia una serie di domande a ritroso nel tempo ed arrivare ad un punto cosmico principiale.

 

Nel senso, potresti chiederti: “Perché quella persona, o quelle persone hanno inventato internet? Come hanno fatto?”… la risposta potrebbe essere: “Hanno maturato degli studi universitario-scientifici che li hanno portati a formulare determinate conclusioni”,

e la domanda successiva potrebbe essere: “Come hanno fatto a studiare all’Università?”… e la risposta:

“Anticamente, vennero create delle corporazioni di maestri e studenti che presero poi il nome di Università”…

e potresti andare avanti così fino ad illuminarti la mente sul fatto che ogni cosa è interconnessa con un’altra cosa, ed in questo oceano di possibilità qualsiasi decisione che io prenda deve in qualche modo accordarsi al tessuto universale di causa ed effetto, la possibilità di scelta è subordinata quindi allo sconfinato tessuto di circostanze e soggetti agenti che caratterizzano e formano l’universo.

Prova infatti a fare qualcosa quando non è il momento, scoprirai che per quanto ci sbatti la testa niente succede.

 

 

Vita e Destino > La Via alla Perfezione

Il significato che normalmente diamo alla perfezione è qualcosa o qualcuno che non compie mai errori, che non sgarra di un millimetro, che non ha nulla fuori posto e via di seguito. E se questi significati si accostano più o meno al concetto di perfezione, parlando di vita e destino ne sorge un altro (significato di perfezione) ossia cogliere l’essenza delle cose intorno a me, soffermandosi meno tempo sulla rappresentazione esteriore, di queste cose.

La vita intorno a me viaggia secondo le sue leggi, secondo la sua direzione e il mio scopo vitale appunto, è quello di armonizzarmi il più possibile al grande flusso dell’universo, al grande scorrere della vita, cercando di comprendere gli eventi, comprendere me stesso e deformando le cose il meno possibile, questo è sicuramente un concetto di perfezione più abbordabile,

perché in un certo senso ammette l’errore, è una perfezione materna che sa che lo sbaglio è contemplato nel grande dipinto cosmico, perché lo sbaglio porta con sé una conoscenza da applicare. Lo sbaglio è sempre inscritto nel grande, onnicomprensivo quadro della creazione.

Armonizzarsi con questa, e con ciò che la muove, significa toccare ed esprimere la parte migliore di sé. O comunque sia quel lato del mio carattere che mi permette di compiere la scelta giusta perché armonica, non ego centrica.

Iniziare ad esprimersi cercando di dare un contributo alle cose e persone intorno a me è fondamentale per non solo capire la propria situazione attuale, ma per migliorarla. Se agisco sentendo che lo cose intono stanno “agendo con me” è come se la mia decisione fosse portatrice del risultato, nel seme sano della mia decisione sana è già contenuto il risultato, positivo.

Il compimento di vita e destino non si trova da qualche parte nel futuro, ma sono l’intenzione ed il momento presenti, se maturati e vissuti in maniera pacifica e spiritualmente etica, che determinano il corso fruttuoso degli eventi futuri. Ecco perché si insegna a pensare che la vittoria sia adesso.

Ma quello che di solito si insegna di meno è che la vittoria è adesso a patto che questa mia decisione, scelta o desiderio siano coerenti con principi di pace e mutuo sostegno, siano adeguati alla mia situazione attuale e vogliano realmente migliorarla. Ecco perché nel decifrare la propria vita e destino il fulcro è partire dal perché sto facendo una cosa.

Qual è la mia vera, reale motivazione? Cosa mi muove? Se non chiarisco prima questo aspetto fondamentale mi fermerò da qualche parte nel cammino, o non andrò avanti felice e la mia vita e destino diverranno… morte e inerzia.

Continua nel prossimo articolo di vita e destino >>

A proposito dell'autore

Marco De Biagi
Marco De Biagi

Marco De Biagi vive e lavora a Milano. Coordina le attività della Brahma Kumaris in Lombardia assieme a un team e dirige con successo gli eventi online ed offline della Self Help Academy, un’accademia di auto aiuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Copyright © Brahma Kumaris 2015. Tutti i diritti riservati